Normative Dpi: Normative Europee CE Guanti di Protezione - Utensileria Gi.Fo.Tec. - Milano

Vai ai contenuti

Menu principale:

Strumenti Utili > Normative DPI

Normative DPI: Guanti da Lavoro di Protezione

La direttiva europea sui dispositivi di protezione individuale (DPI) dispone che i guanti di disegno intermedio e complesso debbano essere provati da un organismo indipendente per accertarne la sicurezza. Tutti i DPI devono essere marcati, oltre alla marcatura richiesta dalle eventuali norme di riferimento, con il marchio CE nelle forme previste di seguito, in funzione della categoria di riferimento. La marcatura può non comparire sul DPI solamente se si può dimostrare che la stessa può compromettere i requisiti di salute e di sicurezza o se la superficie disponibile non è sufficiente allo scopo. In questo caso la marcatura CE deve essere apposta sulla confezione dei DPI. I guanti di protezione si possono dividere in tre categorie, indipendentemente dal tipo di rischio o pericolo che devono prevenire:
Categoria 1 – Rischio minimo (rischio di lesione inesiste o limitato)
Per lavori domestici dove la superficie di contatto non supera la temperatura di 50°C. Per lavori di giardinaggio e per lavori generici che comportano il minimo rischio di infortunio. Soggetti ad autocertificazione da parte del produttore stesso

Categoria 2 – Rischio intermedio (rischio reale di lesione)
Soggetti a test di conformità alle norme europee, sottoposti ad un esame CE specifico, rilasciato da un laboratorio certificato. Proteggono da abrasioni e perforazioni, in conformità alla normativa EN 388.

Categoria 3 – Rischio mortale o irreversibile
Soggetti alle stesse verifiche dei guanti categoria 2, con l’aggiunta di un duplice controllo qualità obbligatorio della produzione, certificato poi dalla commissione UE: A: Sistema controllo qualità CE, da parte di un ente abilitato - B: Sistema di assicurazione della qualità con sorveglianza, da parte di un ente abilitato


La norma EN 420 definisce i requisiti generali in termini di ergonomia, realizzazione dei guanti, alta visibilità, innocuità, pulizia, confort ed efficienza, marcatura ed istruzioni. Si applica a tutti i guanti di protezione e ai guanti permanentemente contenuti, in contenitori chiusi. Non si applica ai guanti dielettrici e ai guanti chirurgici. Di seguito l'elenco e la simbologia degli standard principali.

Norma EN 388 - Rischi Meccanici
Questa norma si applica a tutti i tipi di guanti di protezione in relazione ai rischi di natura meccanica e causati da abrasione, taglio (da lama), strappo e perforazione; La protezione dai pericoli di natura meccanica è rappresentata da un pittogramma seguito da quattro numeri (indici di prestazione), ciascuno dei quali indica il livello di prestazione del guanto rilevato dalla prova per un determinato rischio. Il pittogramma “Rischio meccanico” è seguito da un codice a quattro cifre:
a) resistenza all’abrasione indicata dal numero di cicli richiesti per raschiare completamente il guanto
b) resistenza al taglio (da lama) indicata da un fattore calcolato sul numero di passaggi necessari per tagliare il guanto a velocità costante
c) resistenza allo strappo indica la forza necessaria per lacerare il guanto
d) resistenza alla perforazione indica la forza necessaria per perforare il guanto con una punta di dimensioni standard
Quando il risultato ottenuto è inferiore al risultato minimo richiesto per il livello 1, il valore indicato sarà 0



Livello di Prestazione

Test di Resistenza


1

2
3
4

5

Abrasione

Nr di cicli

100

≥ 500
≥ 2000
≥ 8000


Resistenza al taglio

indice

> 1,2

> 2,5
> 5,0
> 10,0

> 20,0

Resistenza alla lacerazione

Newton

> 10

> 25
> 50
> 75


Resistenza alla perforazione

Newton

≥ 20
≥ 60
≥ 100
≥ 150


Norma EN 511 - Protezione contro il freddo
Questa norma si applica ai guanti che proteggono le mani dal freddo convettivo e da contatto fino a –50 °C. Questo freddo può essere legato alle condizioni climatiche o a un attività industriale. La protezione dal freddo è rappresentata da un pittogramma seguito da una serie di 3 indici di prestazioni, relativi alle proprietà di protezione specifiche. Il pittogramma “Rischio da freddo” è seguito da un numero di tre cifre:
a) resistenza al freddo convettivo (indice di prestazione 0–4): si basa sulle proprietà di isolamento termico del guanto ottenute misurando la trasmissione del freddo per via convettiva
b) resistenza al freddo da contatto (indice di prestazione 0–4): si basa sulla resistenza termica del guanto quando viene esposto al contatto con un oggetto freddo
c) Impermeabilità all’acqua (0 o 1): 0= penetrazione d’acqua dopo 30 minuti di esposizione; 1= nessuna penetrazione d’acqua dopo 30 minuti



Livello di Prestazione

Test di Resistenza


1

2
3
4

Resistenza al freddo per conduzione

isolamento termico in m2, °C/W

0,10

≥ 0,15
≥ 0,22
≥ 0,30

Resistenza al contatto (freddo)

resistenza termica in m2, °C/W
0,025
0,050
0,100
0,150

Permeabilità all'acqua - Livello 1 impermeabile fino ad almeno 30 minuti





Norma EN 407 - Protezione dal calore
Questa norma definisce le prestazioni termiche dei guanti destinati a proteggere la mano dal calore e/o dal fuoco. La natura e il grado di protezione vengono indicati da un pittogramma seguito da una serie di sei cifre che precisano il livello di prestazione per le relative condizioni di rischio.
Il pittogramma “calore e/o fiamma” è seguito da un codice di sei cifre:
a) resistenza all’infiammabilità (indice di prestazione 0-4): si basa sul lasso di tempo in cui il materiale utilizzato rimane infiammato/incandescente dopo che la fonte di accensione è stata rimossa. Le cuciture non devono staccarsi dopo 15 secondi di esposizione alla fiamma.
b) resistenza al calore da contatto (indice di prestazione 0-4): per temperature da 100 °C a 500 °C alle quali l’utilizzatore non risente alcun dolore, se esposto, per un periodo di almeno 15 secondi. Se i guanti ottengono un livello EN uguale o superiore a 3, il prodotto deve ottenere almeno indice 3 nella prova di infiammabilità. In caso contrario, si è tenuti a riportare un livello massimo di resistenza al calore da contatto pari a 2
c) resistenza al calore convettivo (indice di prestazione 0-4): si basa sul periodo di tempo durante il quale il guanto è in grado di ritardare la trasmissione del calore generato da una fiamma. Si è tenuti a riportare un livello di prestazione solo nel caso in cui il guanto ottenga un indice di almeno 3 nella prova di infiammabilità.
d) resistenza al calore radiante (indice di prestazione 0-4): si basa sulla capacità del guanto di resistere per un determinato periodo di tempo a un passaggio di calore proveniente da una sorgente radiante. Si è ottenuti a riportare un livello di prestazione solo nel caso in cui il guanto ottenga un indice di almeno 3 nella prova di infiammabilità
e) resistenza a piccoli spruzzi di metallo fuso (indice di prestazione 0-4): indice basato sul numero di gocce di metallo fuso necessarie per portare il guanto ad una determinata temperatura. Si è tenuti a riportare un livello di prestazione solo nel caso in cui il guanto ottenga un indice di almeno 3 nella prova di infiammabilità.
f) resistenza a grandi proiezioni di metallo fuso (indice di prestazione 0-4): indice basato sulla quantità (peso) di metallo fuso necessaria per causare l’appiattimento o microforature su un provino di finta pelle umana posto direttamente al di sotto del guanto di prova. La prova non è considerata superata nel caso in cui le gocce di metallo rimangano attaccate al guanto o se il provino di finta pelle si infiamma.


Livello di Prestazione

Test di Resistenza


1

2
3
4

Comportamento e/o fiamma

Durata della persistenza della fiamma

20"

10"
≤ 3"
2"

Resistenza al contatto (caldo)

> 15 secondi a

100° C

250° C
350° C
500° C

Resistenza al calore per convenzione

Trasmissione del calore

4"

7"
10"
18"
Resistenza al calore per irraggiamento
Trasmissione del calore
≥ 5"
≥ 30"
≥ 90"
≥ 150"
Resistenza a piccoli spruzzi di metallo fuso Numero gocce per incremento 40°C
≥ 5
≥ 15
≥ 25
≥ 35

Resistenza a grandi spruzzi di metallo fuso

Grammi ferro per provocare ustione

≥ 30
≥ 60
≥ 120
≥ 200
Norma EN 374 - Protezione da sostanze chimiche e microorganismi
Questa norma definisce la capacità dei guanti di proteggere l’utilizzatore dalle sostanze chimiche e/o dai microorganismi. Tre diversi simboli indicano due livelli di requisiti. La norma EN374-2 specifica un metodo di prova per la resistenza dei guanti alla penetrazione di prodotti chimici e/o microrganici. Quando i guanti resistono alla penetrazione, e sono testati secondo questa parte della norma EN374, costituiscono una barriera efficace contro i rischi microbiologici. L'indice di prestazione va da 0 a 1 e definisce se il prodotto resiste o no alla penetrazione dell’acqua e dell’aria.
La norma EN374-3 riguarda la determinazione della resistenza dei materiali con cui sono fatti i guanti alla permeabilità rispetto a prodotti chimici che non siano gas e che siano potenzialmente pericolosi in caso di contatto continuo. L'indice di prestazione va da 0 a 6 e definisce il tempo necessario ad un prodotto pericoloso per attraversare la pellicola protettiva tramite l’effetto di permeabilità.
Tre diversi simboli indicano due livelli di requisiti:
Il pittogramma “resistenza ai prodotti chimici” deve essere seguito da un codice a tre caratteri. I caratteri, espressi con una lettera, si riferiscono ai codici di 3 sostanze chimiche (da una lista di 12 sostanze chimiche standard predefinite), per le quali è stato ottenuto un tempo di permeazione di almeno 30 minuti.
Il pittogramma “Bassa resistenza ai prodotti chimici” o “Impermeabilità” viene applicato ai guanti che non ottengono untempo di permeazione di almeno 30 minuti ad almeno tre sostanze chimiche della lista definita, ma che sono conformi alla prova di Penetrazione.
Il pittogramma “Microorganismi” viene apposto se il guanto è conforme almeno alle specifiche di prestazione 2 alla prova di penetrazione.

Indice di prestazione

Livello medio di qualità

Livello di ispezione

Livello 3

< 0.65

G1

Livello 2

< 1.5

G1

Livello 1

< 4.0

S4

Lettera

Prodotto chimico

Numero Cas

Classe

A

Metanolo

67-56-1

Alcool primario

B

Acetone

67-64-1

Chetone

C

Acetonitrile

75-05-8

Nitrile
D
Diclorometano
75-09-2
Idrocarburo Clorurato
E Solfuro di Carbonio
75-15-0
Composti organici contenenti zolfo
F Toluene 108-88-3 Idrocarburo aromatico
G Dietilammina 109-89-7 Ammina
H Tetraidrofurano 109-99-9 Etere eterociclico
I Acetato di Etile 141-78-6 Estere
J N-Eptano 142-85-5 Idrocarburo saturo
K Idrossido di sodio 40% 1310-73-2 Base inorganica

L

Acido Solforico 96%

7664-93-9
Acido minerale inorganico

Tempo di Permeazione

Indice di Protezione

Tempo di Permeazione

Indice di Protezione

> 10 minuti

Classe 1

> 120 minuti

Classe 4

> 30 minuti

Classe 2

> 240 minuti

Classe 5

> 60 minuti

Classe 3

> 480 minuti

Classe 6
 
Gi.Fo.Tec. S.a.s. di Forti Umberto & C. - Via G.B. Carta 36 - 20128 Milano - P.Iva 07528720159 - Art. 35 comma 1 e 2 DPR 633/72 - Tutti i diritti riservati - Riproduzione vietata - Per riportare testi ed immagini contattare la direzione
Torna ai contenuti | Torna al menu